si verifica quando i detenuti per protesta scelgono di non comprare niente dal carrello, quindi dal sopravvitto offerto dal carcere. Possono essere un gruppo, una sezione o anche tutti i detenuti di un carcere ad organizzarsi insieme e iniziare lo sciopero che può avere una durata breve o lunga, tendenzialmente dura fino a quando non ottengono ciò che vogliono. Spesso accade quando i carcerieri non rispettano il regolamento carcerario (meno ore d’aria, meno chiamate con i parenti, l’aumento dei costi del sopravvitto o in casi di solidarietà con fatti avvenuti all’esterno).