Il pacco è una scatola di cartone che può essere consegnato al detenuto quando ci sono i colloqui o spedito per posta. La regolamentazione dei pacchi varia da carcere a carcere, generalmente son accettati 4 pacchi al mese per un massimo di 20kg totali. Si possono inviare abiti, generi alimentari, utensili, tutto sotto il controllo del rigido regolamento carcerario.

Ad esempio il cibo dev’essere dentro certe scatolette di plastica, il formaggio a cubetti, le olive devono essere snocciolate e tagliate a metà e sono proibite le confezioni di vetro…

I libri e il materiale di studio, nonostante possano essere inseriti nei pacchi, hanno un altro regolamento e vengono spediti come “piego libri” e non sono conteggiati nel peso massimo dei pacchi

In molte carceri la farina, lo zucchero, la polenta e a volte anche i generi per l’igiene orale (spazzolini e dentifrici) sono acquistabili solo tramite il sopravvitto.