Senza categoria

Lavoranti

By 29 Dicembre 2020No Comments

Il lavoro all’interno degli istituti penitenziari nasce in funzione strettamente punitiva, solo nel 1975 diventa un trattamento penitenziario.

Ora all’interno delle carceri il diritto a lavorare è obbligatorio, per garantire al detenuto di fare corsi professionali grazie a rapporti stipulati tra aziende pubbliche e private, convenzionate con l’ente regionale. Dovrebbe avere una finalità rieducativa e il lavoratore dovrebbe godere della garanzia assicurativa.

Il lavoro all’interno degli istituti di pena è generalmente sottopagato consentendo così alle aziende di poter lucrare sull’attività lavorativa dei detenuti.